lussekatter.jpg

PANISSIMO Dicembre-December is OPEN and lussekatter

Panissimo December

Pe-pe-re-pe squilli di tromba – let’s start the dance for this month of celebrations!
For this edition, Panissimo comes back here on Bread and Companatico, so it is here that you will be able to submit your breads, of every type and shape, made in December. Actually… although every bread you make is VERY welcome, we have an (optional) monthly THEME for December, which is: Christmas and Festive Breads. So… please send us tons of breads, sweet or savory, to celebrate together the coming festivities. And if you have already baked a Christmas inspired or festive bread in November, and even if you already published about it in November, send it here. We will have a super dooper Christmas collection at the end of the month and you are all warmly invited. So what are you waiting for? At the end of this post you will find an easy grid where you can insert the link to your bread. If you don’t have a blog, write directly to me (myitaliansmorgasbord@gmail.com) sending a picture and the recipe. But if you do have a blog… don’t forget to mention Panissimo in your post and to link both me (www.myitaliansmorgasbord.com) and Sandra (www.sonoiosandra.blogspot.it). Also, if you really really like us… show it! Sneak in and like our Panissimo Page on FB, and maybe even join our FB Panissimo Group, if talking about bread and techniques and having a laugh seem to be something for you too…

Eccomi!!! Dopo mesi di ospitate varie su alcuni fantastici blog amici (grazie Simona e Michela siete state eccezionali in tutti i modi possibili) ecco che Panissimo Raccolta ritorna qui ed io ritorno a Panissimo. Che lo so che sono stata un po’ latitante dalla blogsfera ma ho una scusa valida: Panissimo Gruppo su FB, che io e la Sandra ci stiamo curando come un fiorellino. Venite anche voi se non vi annoia parlare di pane, tecniche e farsi due risate in compagnia… E se proprio ci volete bene, magari date un “mi piace” anche a Panissimo Pagina (che ci dimentichiamo sempre di aggiornare, ma come si fa a star dietro a tutto?). Comunque… manca poco a Natale e per prepararci questo mese, in aggiunta a poter mandare qualunque vostro pane, abbiamo un tema speciale: Pani Natalizi e delle Feste. Quindi mandate, mandate, mandate… e anche se avete gia’ sfornato e pubblicato nel mese di novembre, mandate lo stesso: per i Pani Natalizi e delle Feste accettiamo anche cose fatte in novembre. Alla fine di questo post troverete una semplice griglia dove inserire il link al vostro pane. E se non avete un blog, mandatemi (myitaliansmorgasbord@gmail.com) una foto e la ricetta e ce pens moi. Ma se avete un blog… non dimenticare di menzionare Panissimo nel vostro post e linkare sia me (www.myitaliansmorgasbord.com) che Sandra (www.sonoiosandra.blogspot.it).

lussekatter

To give the good example, here I post my recipe for lussekatter, super fluffy sweet buns that are made in Sweden around this time of the year, to celebrate Santa Lucia, the saint who brings light in these, usually pretty dark month (but not this year… the sun is shining more than ever before in December).

Per dare il buon esempio, qui vi inserisco subito la ricettina dei miei lussekatter, morbidissime briochine svedesi che si fanno proprio in questo periodo per celebrare Santa Lucia, la santa portatrice di luce in questo mese buio (ma non quest’anno, il sole qui splende come mai prima in dicembre).

LUSSEKATTER (MY WAY)
280 g + 80 g bread flour (organic stone-ground)
140 g white spelt flour (organic)
250 g whole-fat milk (organic)
20 g fresh brewer’s yeast (or 4 g instant yeast)
70 g caster sugar (organic raw)
1 egg (organic free-range)
95 g unsalted butter (a little softened but not loose)
1/2 teaspoon sea salt
1/2 g saffran
1 1/2 teaspoon ground cardamom

egg
dried fruit (typically raisins, I used dried strawberries, cherries, and blueberries)

Warm up the milk (finger warm) and dissolve the yeast in it. Combine the two flours and add most of this mix to the yeast, add also all other ingredients, including the butter in small pieces. By hand: combine well first with a wooden spoon and then by hand, energetically. Let rest for an 1/2 hour. Tranfer the dough on a clean surface and add the remaining flour. Start slapping the dough on the surface and then fold, slapp and then fold, until the dough appears smooth and well developed. See this extemporary video taken by my husband who was impressed by how “bad” I was treating lussekatter dough 🙂 By machine: knead at low speed for about 15 minutes. Let rest for 1 further hour then shape. Take one tiny piece of dough at the time and roll it into a thin cilinder. Roll each end of the cilinder on itself, in sense opposite to the other end, in the typical lussekatter shape. Let rest for another hour, brush with egg and place two small pieces of dried fruit at both ends. Bake at 225 degrees (Celsius) for 10-15 minutes.

Lussekatter

LUSSEKATTER (A MODO MIO)
280 g + 80 g farina di forza
140 g farro bianco
250 g latte intero
20 g lievito di birra fresco compresso (o 4 g lievito secco)
70 g zucchero
1 uovo
95 g burro
1/2 sale marino
1/2 g zafferano
1 1/2 cucchiani cardamomo in polvere

uovo
frutta secca(tipicamente uvetta, io ho usato fragole, ciliege e mirtilli secchi)

Intiepidire il latte e sciogliervi il lievito. Combinare le due farine e aggiungere la maggior parte di esse al lievito sciolto nel latte. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, incluso il burro a pezzetti. A mano: combina bene prima con un cucchiaio di legno e poi a impastando energicamente. Lasciar riposare per un 1/2 ora. Trasferire l’impasto su una superficie e aggiungere la farina rimanente. Sbattere l’impasto sulla superficie e poi ripiegare, sbattere e poi piegare, fino a quando l’impasto appare liscio e ben sviluppato. Puoi vedere come ho fatto in questo video estemporaneo fatto da mio marito che era rimasto colpito da come maltrattavo l’impasto dei lussekatter 🙂 A macchina: impastate a bassa velocita’ finche’ l’impasto non appare liscio, una 15ina di minuti. Lasciar riposare per 1 ora, quindi formare. Prendere un pezzetto di impasto e farne un cilindro sottile. Arrotolare su se stesse le estremita’ del cilindro in senso opposto l’una all’altra. Lasciar riposare per un’altra ora, spennellare con uovo e mettere un pezzettino di frutta secca su entrambe le estremità. Cuocere in forno a 225 gradi (Celsius) per 10-15 minuti.
 
E qui voglio vedere le vostre ricette, si aprano le danze! / And here I want to see your recipes, let’s start the dance!
 

Shares
The following two tabs change content below.

Barbara Elisi

Hi there! I am the "soul" behind Bread & Companatico. My main interest is the preservation of bread tradition and craft, with an eye to health. I hope you are having a good time reading this blog, and please don't be shy to connect with me through comments or emails and do keep on bread-ing! 🙂
36 replies
  1. Silvia
    Silvia says:

    Ciao Barbara, ho inserito la mia prima ricetta per il mese di dicembre, non sono certa che vada bene perchè oltre a quella del pan brioche ci sono insieme altre 2 ricette…. Fammi sapere:)
    Le tue briochine hanno un aspetto sofficissimo! Buone!! Deve essere bellissimo in Svezia nel periodo natalizio…
    Baci!

    Reply
    • Bread & Companatico
      Bread & Companatico says:

      Ciao Silvia, ma certo che va bene. Basta che ci sia anche la ricetta delle tue brioche nel post che hai linkato. Si queste briochine svedesi sono sofficissime e qui a Natale e’ tutto un luccicare di addobbi e lucette 🙂

      Reply
  2. Terry
    Terry says:

    Che belle che sono queste treccine Barbara! Io arrivo tra qualche giorno, se non vi siete stufate di me ahahhhhhhh. Da brava panificatrice seriale, qualcosa mi invento. Beata te che hai il sole in Svezia, qui freddo e gelo

    Reply
  3. Laura
    Laura says:

    Buongiorno Barbara,mi piacerebbe molto partecipare ,non ho capito bene una cosa,con quante ricette si puo partecipare?grazie mille e complimenti a te e a Sandra..

    Reply
  4. Silvia
    Silvia says:

    Ciao Barbara, ho portato anche la ricetta del pandoro allo zabaione, ma adesso che ci penso è la terza ricetta… Va bene?
    Nel caso… Conta il pensiero e io l’ho portato con piacere per condividere una fetta con voi!
    Baci!

    Reply
  5. elena
    elena says:

    Ciao Barbara, ho appena messo il link del mio contributo…spero vada tutto bene, è da diversi mesi che non riesco a partecipare con mio grande dispiacere…ma vi seguo sempre su fb… se ci fossero delle inesattezze non esitare a farmelo sapere in modo da correggere…grazie e Buon Anno!!! elena

    Reply

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Con questa ricetta non posso non partecipare a Panissimo, la raccolta mensile di lievitati dolci e salati della mia amica Sandra e di Barbara. […]

  2. […] NON si devono  più mandare mail e NON SI DEVONO  LASCIARE COMMENTI: ci si inserisce direttamente  nel post del mese in corso con foto e link, ricordate che la mail rimane nascosta.  SE avete paura di sbagliare chiedere all’ospite di Panissimo che sarà a vostra disposizione comunque o a me o a Barbara Bread & Companatico […]

  3. […] logicamente, anche alla raccolta di Panissimo di Gennaio, mia e della Barbara, Bread & Companaticovi ricordo che il tema FACOLTATIVO di questo mese sono i pani etnici,lasciate comunque tutti i […]

  4. […] Le focaccine sono per  Panissimo, la raccolta di Sandra e Barbara. Questo mese portiamo da  Sandra  i pani […]

  5. […] Questo pane è per  Panissimo, la raccolta di Sandra e Barbara. Ancora per pochi giorni si va  dalla  Sandra  con i pani etnici! […]

  6. […] dolce è per  Panissimo, la raccolta di Sandra e Barbara. In gennaio tutti dalla Sandra con i pani […]

  7. […] di Indovina chi viene a cena? e Barbara di Bread & Companatico, che nel mese di dicembre è ospitata da […]

  8. […] Creato da cristiana !function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src="//platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");         Gli auguri ve li rifaccio con piacere, ma se non posto al volo il marito mi fischia il cartellino rosso… Veloce come il vento! Mi son fissata dai primi di dicembre con questo dolce, volevo farlo a tutti i costi, non so il perché…è legato ad un ricordo, ma non so neanche a quale…l’avrò mangiato in un viaggio..ho cercato di ricordare, ma non è venuto fuori nulla…ma sicuramente è legato ad un qualcosa di piacevole e così ho provato e lo il risultato mi ha soddisfatto. Auguri! cri Ingredienti (la ricetta l’ho ripresa da qui): Per l’impasto: 80 ml di latte tiepido 1 g di lievito di birra secco 35 g di zucchero 1 uovo semi di 1/2 bacca di vaniglia scorza di limone grattugiata 1 pizzico di sale 210 g di farina di grano tenero 00 60 g di burro Per la farcitura: 125 gi di semi di papavero 125 ml di acqua 125 ml di latte 15 g di zucchero 50 g di mandorle 50 g di uvetta scorza di arancia grattugiata 1 albume 35 g di miele 2 cucchiai di pangrattato Glassa allo zucchero: 60 g di zucchero al velo 7 g di albume 7 ml di succo di limone Coprire i semi di papavero con dell’acqua in un pentolino. Portare a bollore e lasciarli sul fuoco per 5 minuti. Togliere dal fuoco e lasciar riposare per circa 8 ore. Passato il tempo del riposo aggiungere il latte e cuocere sul fuoco lento fino a quando non si sarà assorbito completamente. Nel frattempo preparare l’impasto. Sciogliere il lievito con un pizzico di zucchero nel latte tiepido. Battere l’uovo con lo zucchero fino a quando non sarà spumoso. Aggiungere il lievito sciolto nel latte, il sale, i semi della bacca di vaniglia, la scorza di limone grattugiata e mescolare bene per amalgamare. Aggiungere poco per volta la farina. Lavorare fino a quando l’impasto non si staccherà dalla ciotola, dopodiché aggiungere il burro a pezzi e riprendere l’impasto. Far delle pieghe e atre e lasciar riposare in una ciotola imburrata in frigorifero coperta da pellicola trasparente per tutta la notte. Per il ripieno. Una volta che i semi si saranno intiepiditi, aggiungervi le mandorle, lo zucchero, l’uvetta, la scorza d’arancia e il miele. Ho riposto tutto in freezer per circa mezzora e poi passato nel Bimby a velocità turbo per facilitare la triturazione dei semi che vanno ridotti in poltiglia. Aggiungere il pangrattato per ottenere un composto denso e spalmabile. Riporre in frigorifero fino al momento dell’uso. Il giorno dopo riprendere l’impasto, stenderlo su una superficie infarinata, cospargervi il composto di semi ed arrotolare fino a formare un cilindro. Rivestire una placca con carta da forno. Lasciar riposare coperto per circa 30 minuti. Accendere il forno a 180 ° C. Spennellare con dell’uovo sbattuto e mettere in forno per circa 30-35 minuti. Far raffreddare. Al momento di servire (meglio il giorno dopo) cospargere con della glassa ottenuta sbattendo l’albume con il succo di limone e lo zucchero al velo. Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Sandra e Barbara […]

  9. […] הפוסט הזה אני מפרסמת גם אצל Barbara ו- Sandra  הנפלאות מ- Panissimo. תודה […]

  10. […] di Michela “…e tu? cosa metti sotto l’Albero?“ e alla raccolta di Panissimo di Dicembre, che questo mese è ospitato da […]

  11. […] Qui il video per la formatura. Questa couronne va dalle ragazze di Panissimo, la Sandra e la Barbara,  Questo mese tutti a casa di Barbara con i pani per Natale! Foto di Valentina […]

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *